Mostre in corso

La Commedia di Tono Zancanaro

scarica l’invito

scarica la locandina

galleria fotografica

Nell’ambito dell’iniziativa

751 Dante posticipato

scarica il programma (1 – 2)

__________________________

Balene

scarica l’invito

scarica il comunicato stampa

galleria fotografica

__________________________

PROSSIMA INAUGURAZIONE

Mercoledì 29 giugno 2016 – ore 18:00

I segni, le storie, i gesti

Un secolo di sport a Pisa

scarica l’invito

 

ATTIVITA’ EDUCATIVE

Campi solari al Museo!
26 maggio 2016 ore 18:00
Presentazione delle attività

Maggiori informazioni

_____________________________

Alternanza scuola-lavoro al Museo della Grafica

Maggiori informazioni

_____________________________

Offerta didattica per le scuole a.s. 2015-2016

consulta la sezione didattica del nostro sito

scarica la versione stampabile

 

 

Iniziative

Nuovo orario per il Giugno pisano 2016
dal 13 al 30 giugno il Museo effettuerà il seguente orario:
Dalla domenica al venerdì
dalle 9:00 alle 19:00
Sabato
dalle 9:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 23:00


Dalla primavera 2010 il Museo della Grafica accoglie gratuitamente i titolari della Edumusei Card

  • Museo

    Ospitato negli ambienti di Palazzo Lanfranchi, il Museo della Grafica nasce per volontà del Comune di Pisa e dell’Università di Pisa, che insieme intendono presentare alla città una struttura originale e di grande suggestione che integra, a livelli di eccellenza, il sistema museale cittadino

    Il Museo della Grafica si configura come una delle più importanti raccolte pubbliche di grafica contemporanea, in grado di presentare a studiosi, studenti e appassionati un panorama artistico di livello eccelso, gettando luce, attraverso la grande lezione intellettuale di figure come Sebastiano Timpanaro, Carlo Ludovico Ragghianti e Giulio Carlo Argan, sulle vicende artistiche che hanno percorso il XIX e il XX secolo.

  • Collezioni

    Il Museo della Grafica ospita le collezioni del Gabinetto Disegni e Stampe dell'Università di Pisa, raccolta di grafica sorta nel 1957 per iniziativa di Carlo Ludovico Ragghianti.
    Il Museo si configura oggi come un centro d'avanguardia per la conoscenza e per lo studio dell'arte contemporanea.

     

    • la Collezione Timpanaro
    • i Doni degli Artisti
    • il Deposito perpetuo della Calcografia Nazionale
    • il Fondo Argan
    • il patrimonio documentario